Servizi - Case Ecosostenibili
Studio tecnico per l'edilizia sostenibile - Ing. Marco Di Bartolomeo - Servizi di progettazione termoacustica anche con l'ausilio di materiali naturali...
progettazione tecnica, progettazione architettonica, render, 3d, rilievi acustici, diagnosi energetica, termografia, problemi umidità, progettazione impianti termici, fotovoltaico, solare termico, impianti rinnovabili, involucro edilizio, domotica, impianto elettrico
343185
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-343185,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose-ver-1.7,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_with_floating,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_370,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
1
La mia idea

Casa Ecosostenibile

Case Ecosostenibili si rivolge a tutte quelle persone che,  dovendo costruire o ristrutturare casa propria, si pongono l’obiettivo di vivere in una casa sana e confortevole, ecologica, tecnologica e poco dispendiosa dal punto di vista economico.

Case Ecosostenibili si rivolge anche a chi ha in progetto di aprire un’attività turistico ricettiva (e a chi, avendola già, mira a trasformarla), e si pone come obiettivo l’aspetto ecosostenibile, il comfort dei propri ospiti per una maggiore qualità termica ed acustica degli ambienti, l’abbassamento dei costi di gestione derivante dall’efficienza energetica e dalla domotica.

Caldo d'inverno e fresco d ' estate

Involucro edilizio

Il progetto parte con lo studio della forma e dell’orientamento dell’immobile, iniziando così a definire anche l’architettura esterna. Segue lo studio accurato delle stratigrafie degli elementi che delimitano gli spazi interni riscaldati da quelli esterni o non riscaldati: pareti, solai etc.

Durante questa fase si stabiliscono i requisiti minimi affinché siano corretti i ponti termici ed acustici e non ci siano punti in cui si rischi la formazione di condensa superficiale. Insieme al committente si stabiliscono obiettivi qualitativi e quantitativi, oltreché i materiali da utilizzare.

2
3
Impianti a basso costo di gestione

Impianti termici

Una volta definito l’involucro dell’immobile si passa al progetto degli impianti di riscaldamento, raffrescamento, ventilazione meccanica controllata. Si hanno notevoli scelte a tal proposito si per il generatore (pompa di calore, caldaia a condensazione, biomassa…), sia per i terminali (impianto a pavimento, ventilconvettori, radiatori…), sia per il rinnovo dell’aria.

La corretta progettazione dell’involucro ci consente di dimensionare gli impianti sull’effettiva richiesta energetica dell’immobile, evitando così inutili sprechi economici di acquisto e gestione di impianti il più delle volte sovradimensionati.

Un tocco di fantasia, sicurezza e tecnologia

Impianto domotico Konnex

Oggi un impianto domotico KNX risulta indispensabile. Con esso possiamo gestire tramite un pc, un tablet, uno smartphone: luci, tapparelle, sistemi oscuranti, sicurezza, impianto di irrigazione, impianto termico, controllo consumi utenze (acqua, gas, elettricità), videocitofono, antintrusione, videosorveglianza, audio/video e tanto altro ancora.

L’attenta progettazione di un sistema domotico consente di portare un notevole risparmio economico nella gestione dell’immobile.

TECNICO CERTIFICATO “PARTNER KNX”

4
5
Per azzerare le bollette energetiche

Fonti energetiche rinnovabili

Progettazione di fonti energetiche rinnovabili quale fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione del sistema di riscaldamento. Sono fonti energetiche rinnovabili anche i sistemi a pompa di calore, eolico, biomasse…

In tale fase risulta di primaria importanza che tali sistemi siano perfettamente integrati con l’architettura dell’immobile e con l’ambiente circostante.

Salvaguardare le risorse naturali limitate

Trattamento delle acque

Una particolare attenzione è dedicata alla risorsa acqua. E’ possibile prevedere il progetto di impianti di irrigazione, di raccolta delle acque piovane, di ricircolo dell’acqua. Inoltre, per strutture lontane dal sistema fognario, è possibile prevedere sistemi per il trattamento naturale delle  acque: la fitodepurazione.

6
7
Perché l'occhio vuole la sua parte

Architettonica

Non da trascurare è la progettazione architettonica degli spazi interni ed esterni. Una casa si definisce confortevole se raggiunge anche un giusto equilibrio estetico e funzionale. Grazie alla presentazione del progetto in piante 2D, render 3D con fotoinserimento e video di simulazione, il cliente avrà la possibilità di capire a fondo tutti gli elaborati tecnici e di partecipare in modo attivo alla fase decisionale, potendo vedere la propria struttura come se fosse già realizzata.

Il silenzio è la virtù dei forti

Acustica ambientale

Per un giusto comfort acustico tutti gli accorgimenti da adottare, al fine di garantire l’assenza o comunque l’attenuazione dei rumori tale da rispettare i requisiti acustici passivi degli edifici, sono riportati nella relazione tecnica. Possiamo così evitare il fastidio derivante dal rumore del vicino, oppure dal rumore di calpestio derivante dal piano superiore, oppure dal disturbo del traffico veicolare.

Ad opera ultimata la normativa prevede di effettuare il collaudo acustico strumentale, così da poter certificare il raggiungimento dei requisiti minimi.

ABILITAZIONE REGIONE CAMPANIA IN “TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE”

8
9
Prove strumentali per progettare e risanare

Diagnosi energetica

Con la strumentazione dedicata (termocamera, termoflussimetro, sonda rilevamento umidità, fonometro etc.) è possibile effettuare una diagnosi energetica ed acustica in modo da individuare con maggiore certezza le criticità dell’immobile al fine di programmare gli interventi migliorativi. Le criticità possono: essere ponti termici ed acustici, problemi di muffa e condensa sulle pareti, risalita capillare, rumori eccessivi etc. Tale strumentazione è utilizzata anche ad opere ultimate per la verifica del rispetto dei requisiti previsti in fase progettuale.

TECNICO ABILITATO IN “PROVE NON DISTRUTTIVE CERTIFICATO LIVELLO 2”